Sabato 1 settembre
Molti amici ci aiutano a sistemare l'area circostante le casette e a pulire e restaurare mobili e oggetti che prenderanno posto nelle nuove stanze .
 

lunedì 3 settembre
Montate porte e finestre, iniziano oggi i lavori di controsoffittatura delle casette. Fra un paio di giorni le casette avranno l'allacciamento elettrico e potremo inziare ad allestire l'arredo interno. 

lunedì 10 settembre
Riprende oggi l'attività coi bambini, con una settimana di ritardo, per il protrarsi dei lavori sulle casette oltre il termine previsto. I nuovi spazi sono solo parzialmente allestiti e mancano ancora gli allacciamenti idrico e fognario. Potendo disporre di un bagno e di una piccola cucina nella cesetta del custode abbiamo deciso di non rimandare oltre. Completare l'allestimento delle casette e alcuni lavori esterni coi bambini li aiuta ad appropriarsi dei nuovi spazi e vivere concretamente il senso della ricostruzione.

Domenica 30 settembre 2012
Si svolge oggi l'inaugurazione del complesso di strutture che ci permette di continuare il lavoro terapeutico coi bambini. Le opere sono state realizzate in tempi brevi grazie all’aiuto di tanti volontari e di numerose, piccole e grandi, donazioni.
Il complesso è costituito dalle tre casette prefabbricate, una offerta dalla Famiglia Girelli di Trento e due donate dalla Fondazione Rava che ha coinvolto nella realizzazione dell’obiettivo la Marina Militare, la Federazione Italiana Pallacanestro, Alpitour World e Neos, Andrea Bocelli Foundation, Sparco e scuderia Vodafone Mc Laren Mercedes.
Ugualmente importanti per completare gli spazi necessari all’attività, i containers forniti dall’Amministrazione Comunale di Monzuno (Bo) e dalla Protezione Civile di Montecchio Maggiore (Vi).
Il progetto SOS ACETAIA , inoltre, con i volontari della Protezione Civile umbra e con la collaborazione della Regione Umbria, ha permesso l’installazione di sei grandi containers, sostegno straordinario all’impresa di salvare la preziosa acetaia della Lucciola.

Articolo de Il Resto del Carlino.
Articolo de La Gazzetta di Modena.

La mamma di Davide, ci ha inviato un bellissimo messaggio che potete leggere qui.